• 6 settembre
    ore 21:22

    PREMI MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA 2014 – DICHIARAZIONE DELL’AD DI RAI CINEMA PAOLO DEL BROCCO: DUE COPPE VOLPI AD “HUNGRY HEARTS” SONO IL SEGNO DI UNA GRANDE ATTENZIONE DELLA GIURIA

    News, Venezia 71ª Commenti disabilitati su PREMI MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA 2014 – DICHIARAZIONE DELL’AD DI RAI CINEMA PAOLO DEL BROCCO: DUE COPPE VOLPI AD “HUNGRY HEARTS” SONO IL SEGNO DI UNA GRANDE ATTENZIONE DELLA GIURIA

    La Coppa Volpi della 71. Mostra del Cinema ad Alba Rohrwacher e Adam Driver, i due protagonisti di “Hungry Hearts” di Saverio Costanzo, prodotto da Wildside con Rai Cinema.

    “Le due Coppe Volpi ad Alba Rohrwacher e Adam Driver sono il segno della grande attenzione che il film Hungry Hearts ha avuto dalla giuria. Il doppio premio allo stesso film, assegnato per la seconda volta in tutta la storia della Mostra, dimostra che i giurati oltre ad essere rimasti profondamente colpiti dalle eccellenti interpretazioni dei due protagonisti, hanno colto la forte intensità del racconto, l’accurata  e rigorosa regia di Saverio Costanzo. Un autore italiano in grado di guardare oltre i nostri confini, un regista internazionale che qui si misura con una storia ambientata a New York, interamente girata in lingua inglese.

    A Saverio Costanzo va anche il merito di aver intuito le grandi potenzialità di Adam Driver, un attore che nei prossimi mesi vedremo nel film di Martin Scorsese e nel nuovo “Star Wars” di J.J. Abrams.

    Mentre per Alba Rohrwacher è il definitivo riconoscimento al suo grande talento, un’attrice straordinaria che riesce sempre a sorprenderci con le innumerevoli sfumature dei suoi personaggi, i suoi chiaroscuri, i suoi diversi accenti.

    A Saverio Costanzo, Alba Rohrwacher e ad Adam Driver le congratulazioni del presidente Nicola Claudio e di tutta Rai Cinema che in questa Mostra ha avuto il privilegio di presentare nel ruolo di coproduttore altri due film in concorso, “Il giovane favoloso” di Mario Martone e “Anime nere” di Francesco Munzi, accolti qui al Lido con grande ed unanime entusiasmo”.

  • 4 settembre
    ore 15:46

    Venezia 2014. Presentato oggi al Festival “I nostri ragazzi” di Ivano de Matteo

    News, Venezia 71ª Commenti disabilitati su Venezia 2014. Presentato oggi al Festival “I nostri ragazzi” di Ivano de Matteo

    Quando si tratta di proteggere i propri figli la morale va a farsi benedire e anche le etiche più inossidabili saltano in aria. Prevale l’istinto. ‘I nostri ragazzi’ di Ivano De Matteo (Gli equilibristi) racconta di tutto questo ed altro in una storia di cronaca attualissima, in corsa alle Giornate degli Autori alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

    Intanto i due fratelli, del tutto diversi, protagonisti del film e le loro famiglie. Da una parte c’è Massimo (Alessandro Gassmann), penalista di successo, buon cuore e tanto pelo sullo stomaco. Uno che in famiglia ama sentirsi quello arrivato, quello che ha fatto i soldi. Con lui Sofia (Barbora Bobulova), la fedele moglie disposta a tutto, con cui ha avuto una bambina piccola, mentre Massimo ha dalla prima moglie una figlia adolescente, Benedetta (Rosabell Laurenti Sellers).

    Dall’altra parte una famiglia appena un po’ meno borghese composta da Paolo (Luigi Lo Cascio), chirurgo infantile, pieno di buoni sentimenti ed eticamente più che corretto. Vicino a lui la moglie Clara (Giovanna Mezzogiorno), guida d’arte, e il taciturno figlio adolescente Michele (Jacopo Olmo Antinori).

    Tra i due fratelli uno strano rapporto. Massimo ci tiene molto all’amicizia con Paolo e lo invita ogni mese a cena in un prestigioso ristorante con tanto di moglie. Paolo non lo vede troppo volentieri, non è d’accordo con il cinismo del fratello e non sopporta i suoi futili discorsi pieni di nulla.

    Ma qualcosa accade. Una videocamera sorprende due adolescenti, un ragazzo e una ragazza, picchiare a morte una barbona con grande ferocia. Una inaspettata bravata dei figli di Massimo e Paolo? I due ragazzi confessano ai genitori la loro colpevolezza, ora si tratta di capire come comportarsi con la giustizia.

    Entrambe le famiglie dovranno fare i conti con le loro personali etiche, coscienti e inconsce. Decidere come comportarsi quando a delinquere sono i propri figli non è facile. C’è il perdono, c’è la voglia di insabbiare tutto e andare avanti. Comunque c’è da mettere mano alla propria coscienza che a volte rivela più di una sorpresa.

    Il film, in sala dal 5 settembre distribuito da 01, è liberamente ispirato al romanzo di Herman Koch ‘La cena’.
    (Ansa)

Leggi le News del giorno

settembre: 2016
L M M G V S D
« set    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930