• 30 agosto
    ore 16:45

    Frank Zappa, alla scoperta delle sue origini siciliane

    News, Venezia 70ª Commenti disabilitati su Frank Zappa, alla scoperta delle sue origini siciliane

    SUMMER-82-WHEN-ZAPPA-CAME-TO-SICILYDi Stefano Stefanutto Rosa by CinecittàNews

    A dicembre saranno vent’anni dalla scomparsa prematura del musicista americano Frank Zappa a cui il regista siciliano Salvo Cuccia (classe 1960), dedica un omaggio composto da immagini di ieri e di oggi, ricco di ricordi ma con il rimpianto di un concerto ‘bucato’. Fuori Concorso a Venezia 70 Summer 82. When Zappa Came to Sicily è prodotto da Abra&Cadabra e Zappa Family Trust, in collaborazione con Rai Cinema, Regione Sicilia e Sicilia Film Commission.

    Compositore autodidatta e performer, Zappa è stato un artista eclettico e sperimentale, la cui musica fonde rock, jazz, funk e classica. I testi dissacranti delle sue canzoni costituiscono una critica ironica e irriverente della società e delle sue istituzioni. Un esploratore di linguaggi per il regista Cuccia che, cresciuto ragazzo in un paese in provincia di Palermo, ha trovato nella musica una via di fuga: “Zappa rappresentava per me la ribellione e la modernità. Amavo il suo umorismo dissacrante e il modo in cui metteva accanto stili musicali contrastanti, al di là di tutte le etichette. Attingeva da tutti i generi, li fagocitava e li rielaborava fuori contesto”.

    Guarda l’intervista al regista Salvo Cuccia su Rai Cinema Channel>>

    Summer 82. When Zappa Came to Sicily è un documentario che miscela materiali del passato, come il concerto di Palermo del 1982 in una città martoriata dalla guerra di mafia, l’incontro del musicista con il suo biografo italiano e amico Massimo Bassoli, i super 8 familiari del regista e la Festa di Santa Rosalia, con immagini del presente, come la trasferta siciliana della famiglia Zappa. Un diario corale di ieri e di oggi, un viaggio-racconto che ha il pregio di offrire materiali unici accanto a una colonna sonora ‘forte’ e unica del famoso musicista.

    Guarda l’intervista a Massimo Bassoli su Rai Cinema Channel>>

    A Gail Zappa, che da tempo pensa a un biopic – “ma gli attori che mi piacerebbe avere in scena stanno invecchiando” – sono arrivate in passato molte richieste di film su Frank. “Questo è stato il primo progetto che ho accettato perché rispettoso dell’unicità di un’artista che è sempre stato fedele alla libertà. La sua musica rappresenta la libertà ideale e non è un caso l’influenza del compositore Edgard Varèse”.

    Guarda l’intervista a Gail Zappa su Rai Cinema Channel>>

    Leggi tutto…

  • 30 agosto
    ore 8:56

    Alba Rohrwacher: “Emma Dante, una rivoluzionaria”

    News, Venezia 70ª Commenti disabilitati su Alba Rohrwacher: “Emma Dante, una rivoluzionaria”

    VIA-CASTELLANA-BANDIERA Di Cristiana Paternò by CinecittàNews

    Emma Dante è una rivoluzionaria ed è la regista del mio cuore. Dagli attori sa tirare fuori dei fantasmi, qualcosa che non sapevo neppure di avere. Lo fa attraverso il suo metodo che consiste nel provare ma anche improvvisare a lungo, per esempio così è venuta la ninna nanna che canto a un certo punto e che avevo cantato durante un laboratorio con lei. Me l’aveva insegnata mia madre e per me era un modo per collegarmi a lei e mia sorella”. Così racconta Alba Rohrwacher, protagonista del primo film della celebre regista teatrale palermitana, nel ruolo di Clara, una ragazza punk, disegnatrice di fumetti. È Via Castellana Bandiera, tratto dal romanzo omonimo di Emma Dante, la storia di una sfida durissima, all’ultimo sangue, come in un western, tra due donne che si trovano bloccate in un budello troppo stretto. Rosa e Samira, l’una è una donna borghese che vive un legame in bilico con Clara e un rapporto di odio con la sua città natale Palermo, l’altra è una vecchia di origine albanese che si sente un’estranea nella vita dopo la morte di sua figlia. Arrabbiate, tenaci, ostinate, violente, alienate dal mondo che le circonda, cialtrone e ignorante, che non esita a scommettere su chi vincerà tra le due assistendo al duello mortale.
    Per la teatrante palermitana , quel vicolo è la metafora di realtà sociali e politiche opposte, incapaci anche solo di parlare la stessa lingua in un’Italia sull’orlo di un precipizio dove non si riesce neanche a cadere. “Cadere sarebbe un modo per rialzarsi, invece siamo completamente in stallo”, dice l’autrice. Che è la prima italiana ad affrontare il concorso di Venezia 70. Tra le protagoniste anche Elena Cotta, 82enne attrice teatrale al suo primo red carpet cinematografico che recita solo con gli sguardi in un ruolo praticamente muto ed è bravissima. Prodotto da Vivo Film con Wildside, ventura film, Slot Machine, Rai Cinema e la RSI, Via Castellana Bandiera sarà distribuito da Istituto Luce Cinecittà e uscirà il 12 settembre a Palermo e il 19 nel resto d’Italia.
    Leggi tutto…

Leggi le News del giorno

agosto: 2013
L M M G V S D
« set   set »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031