• di Valentina Neri / CinecittàNews

    C’ è poca Italia nel palmares di Venezia 66. Nonostante quattro film italiani in concorso anche quest’anno, il Leone d’oro per noi si fa attendere preferendo l’israeliano Samuel Maoz, regista di Lebanon, una storia ambientata nella pancia di un carro armato che ha per protagonisti quattro giovani soldati durante la prima guerra del Libano, nel 1982. Un esordio fortunatissimo quello di Maoz, che ha dedicato il film a “chi è tornato dalla guerra (come lui) ma non riesce a dimenticare ciò che ha visto”, e che fa ben sperare per il futuro del cinema.

    E sono ancora le opere prime e i progetti più freschi quelli che conquistano per il nostro Paese il cuore delle giurie e alcuni premi. E’ il caso di Francesco Del Grosso e Daniele Anzellotti, registi del documentario su Vittorio Mezzogiorno Negli occhi, che ha conquistato la Menzione speciale di Controcampo italiano e il Biografilm Lancia Award. Ma anche di Susanna Nicchiarelli, che ha trionfato nella stessa sezione con Cosmonauta, un film sull’adolescenza di una ragazzina comunista ai tempi della corsa allo spazio. “E’ un film intelligente, ironico e divertente. Il premio se lo merita tutto e sono convinta che la regista farà strada”, ha commentato l’ad di Rai Cinema Caterina D’Amico. Premiata da Lizzani che istituì la sezione nel 1979, la Nicchiarelli ha ricevuto anche un premio da Kodak in pellicola del valore di 40mila euro. Cosmonauta, che è già in sala, si è aggiudicato anche il premio collaterale Lanterna magica, assegnato dai Cinecircoli giovanili socioculturali.

    Leggi tutto…

  • di Cristiana Paternò / CinecittàNews

    “Un omaggio ai grandi attori-scrittori italiani, come Vittorio De Sica, Eduardo e Peppino De Filippo. Certi tic, certi baffi, certi modi di muovere la mano… Sono attori che mi hanno insegnato l’amore per questo mestiere e un certo modo di essere italiani, umile e presuntuoso insieme”. Sergio Castellitto è di nuovo protagonista al festival, dopo Questione di punti di vista, con Tris di donne & abiti nuziali di Vincenzo Terracciano, il film di Orizzonti in sala dal 18 settembre con da 01 Distribution. Una commedia amara prodotta da Kubla Khan con Camaleo e Rai Cinema, ambientata a Napoli e costruita su un personaggio di giocatore incallito e sfortunato, un simpatico mascalzone che non sa resistere al demone dell’azzardo anche se continua a perdere imperterrito.

    Leggi tutto…

Leggi le News del giorno

dicembre: 2017
L M M G V S D
« set    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031