• L’INTREPIDOSEZIONE: CONCORSO
    REGIA: Gianni Amelio.
    CAST: Antonio Albanese, Livia Rossi, Gabriele Rendina, Alfonso Santagata, Sandra Ceccarelli.
    NAZIONE: Italia.
    DURATA: 92’
    DISTRIBUZIONE: 01 DISTRIBUTION

    SINOSSI.
    Il protagonista del film lavora come “rimpiazzo” prendendo, anche solo per qualche ora, il posto di chi si assenta, per ragioni più o meno serie, dalla propria occupazione ufficiale. In realtà è divenuta un’occupazione a tempo pieno che gli consente di dirigere la propria vita come desidera perché i soldi non sono poi tutto. A completare il quadro ci pensa il figlio di quest’uomo, musicista e artista e una ragazza, Lucia, inquieta e guardinga che nasconde un segreto dietro la sua voglia di farsi avanti nella vita.

    NOTE.
    Film girato su misura per Albanese, volutamente ibrido nei generi, capace di far sorridere e far versare qualche lacrima. Ambientato nell’Italia attuale rimanda ai famosi fumetti di qualche decennio fa proprio perché il film cerca di far trattenere il fiato fino ad un epilogo che si desidera intimamente positivo.
    Dopo aver conseguito la laurea in Filosofia all’Università di Messina, Amelio ben presto comincia ad interessarsi di cinema ed entra nella redazione della rivista Giovane Critica. Nel 1965 si trasferisce a Roma muovendo i primi passi come assistente di Vittorio De Seta nel film Un uomo a metà. Lavora inoltre come operatore e aiuto regista in altre pellicole per Gianni Puccini, Anna Gobbi, Andrea Frezza e Liliana Cavani. Nello stesso tempo per la televisione dirige servizi per diverse rubriche e caroselli pubblicitari diretti da Ugo Gregoretti, Alfredo Angeli, Enrico Sannia e Giulio Paradisi.  Debutta dietro la macchina da presa nel 1970 con La fine del gioco, realizzato nell’ambito dei programmi sperimentali della RAI. Nel 1973 realizza La Città del Sole sulla vita e l’opera di Tommaso Campanella, ottenendo il gran premio al Festival di Thonon. Nel 1983 esordisce sul grande schermo con Colpire al cuore sulla tematica del terrorismo a cui segue I ragazzi di via Panisperna. Con Porte aperte si aggiudica una meritata nomination all’Oscar nel 1991. Segue Il ladro di bambini nel 1992, ben riuscito e di grande successo commerciale, insignito a Cannes col Premio Speciale della Giuria. Ultimi film: Le chiavi di casa (2004); La stella che non c’è (2006) premiato a Venezia; Il primo uomo (2011), premiato a Toronto.
    I film di Amelio si caratterizzano per l’apparente semplicità, il rigore stilistico, ma soprattutto per l’umanità dei personaggi, ricche, complesse e sfaccettate. Il cinema di Amelio è un cinema che parla con il cuore.

Leggi le News del giorno

giugno: 2017
L M M G V S D
« set    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930